Quando la gente non sa cosa fare…

…Sarebbe meglio che evitasse acidi forti! Valgono anche quelli delle batterie…
Giusto per farvi una domanda, secondo voi, usando un oscilloscopio vecchio come il cucco, uno scanner di trent’anni fa, il contenuto di un lettore di floppy ed altro materiale trovato nella spazzatura, cosa sareste in grado di fare? Non vale come risposta “buttalo nel cassonetto vicino” o “addosso al vicino”… Nessuna idea?

[FreeBSD] named: the working directory is not writable

Per sistemare questo stupido errore, basta veramente poco, dobbiamo semplicemente modificare il file /etc/mtree/BIND.chroot.dist

[bash]
vi /etc/mtree/BIND.chroot.dist
[/bash]

Cercate:

[text]
/set type=dir uname=root gname=wheel mode=0755
[/text]

Dovrebbe trovarsi tra le prime righe, cambiate il nome utente in grassetto con bind

[text]
/set type=dir uname=bind gname=wheel mode=0755
[/text]

Salvate e uscite, quindi fate ripartire named:

[bash]
/etc/rc.d/named restart
[/bash]

E il gioco è fatto!

Eccomi mondo!

Ciao a tutti!
Nuovo blog, nuovo tutto, speriamo che questa volta lo usi più spesso 🙂

A poco a poco vedrò di recuperare gli articoli dal vecchio blog, così le informazioni più importanti saranno sempre disponibili

Pagina 5 di 512345