Come pulire la cache dei DNS (Flush DNS)

Per evitare di dover interrogare i propri DNS (Domain Name Server) per ogni richiesta, il sistema operativo conserva temporaneamente le ultime ricerche effettuato, ma alle volte questa cache dei nomi dei domini può non essere corretta, ad esempio dopo in cambio di DNS o aver forzato un dominio su un ip modificando il file hosts, potremmo aspettare che il sistema si accorga della differenza e aggiorni la cache, oppure potete pulire la cache DNS forzando così l’aggiornamento.

La pulizia della cache DNS, o meglio il Flush DNS, lo si esegue da terminale, ogni sistema ha il suo metodo, di seguito  elencherò i metodi per i sistemi i più comuni:

Windows NT/2000/XP:

  1. Premete il tasto Start in basso a sinistra
  2. Selezionate la voce Esegui
  3. Scrivete cmd e cliccate sul pulsate OK, se vi torna errore scrivete command quindi cliccate il tasto OK
  4. Si aprirà una finestra con lo sfondo nero e delle scritte bianche, in questa finestra scrivete 
    ipconfig /flushdns

    quindi premete il tasto invio Tasto Invio

Windows Vista/7

  1. Premete il logo di Windows in basso a sinistra
  2. Scrivete cmd nella barra “Cerca programmi e file” subito sopra il logo di Windows
  3. Nell’elenco dei risultati, cliccate con il tasto destro sulla riga di cmd con un icona nera e scegliete la voce Esegui come amministratore
  4. Vi verrà chiesta l’autorizzazione di apportare modifiche al computer, confermate cliccando su Si
  5. Si aprirà una finestra con lo sfondo nero e delle scritte bianche, in questa finestra scrivete 
    ipconfig /flushdns

    quindi premete il tasto invio Tasto Invio

Windows 8/8.1

Nota: Se avete installato un programma per ripristinare la funzione del tasto start seguite la procedura inerente a Vista/7.

  1. Dalla schermata Start (quella a quadretti) scrivete cmd, non cercate dove scrivere, comparirà in automatico
  2. Nell’elenco dei risultati, cliccate con il tasto destro sulla riga di cmd con un icona nera e scegliete la voce Esegui come amministratore
  3. Vi verrà chiesta l’autorizzazione di apportare modifiche al computer, confermate cliccando su Si
  4. Si aprirà una finestra con lo sfondo nero e delle scritte bianche, in questa finestra scrivete
    ipconfig /flushdns

    quindi premete il tasto invio Tasto Invio

Mac OSx 10.9 Mavericks

  1. Cliccate in alto a destra l’icona a forma di lente di ingrandimento Mac OSx: Spotlight
  2. Digitate Terminale e premete invio Apple Mac: Invio
  3. Nella finestra che si aprirà, scrivete
    dscacheutil -flushcache;sudo killall -HUP mDNSResponder

    e premete invio Apple Mac: Invio

  4. Vi verrà chiesta la vostra password, inseritela e premete invio Apple Mac: Invio

Mac OSx 10.8 Mountain Lion e 10.7 Lion

  1. Cliccate in alto a destra l’icona a forma di lente di ingrandimento Mac OSx: Spotlight
  2. Digitate Terminale e premete invio Apple Mac: Invio
  3. Nella finestra che si aprirà, scrivete
    sudo killall -HUP mDNSResponder

    e premete invio Apple Mac: Invio

  4. Vi verrà chiesta la vostra password, inseritela e premete invio Apple Mac: Invio

Mac OSx 10.6 Snow Leopard e 10.5 Leopard

  1. Cliccate in alto a destra l’icona a forma di lente di ingrandimento Mac OSx: Spotlight
  2. Digitate Terminale e premete invio Apple Mac: Invio
  3. Nella finestra che si aprirà, scrivete
    dscacheutil -flushcache

    e premete invio Apple Mac: Invio

Mac OSx 10.4 Tiger e 10.3 Pather

  1. Cliccate in alto a destra l’icona a forma di lente di ingrandimento Mac OSx: Spotlight
  2. Digitate Terminale e premete invio Apple Mac: Invio
  3. Nella finestra che si aprirà, scrivete
    lookupd -flushcache

    e premete invio Apple Mac: Invio

Linux

  1. Accedete al terminale
  2. Riavviate il servizio nscd, scrivendo 
    /etc/init.d/nscd restart

    e poi premete invio Tasto Invio, attenzione in base alla distribuzione il path può differire

FreeBSD

  1. Accedete al terminale
  2. Riavviate il servizio nscd, scrivendo
    service nscd restart

    e poi premete invio Tasto Invio

 

Informazioni RedFoxy

ha scritto 41 articoli in questo blog.

Related posts:

I commenti sono chiusi.

Free Google Page Rank

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: